Anno XI 
Mercoledì 21 Febbraio 2024
- GIORNALE NON VACCINATO

Scritto da fabrizio perotti
Politica
12 Febbraio 2024

Visite: 2130

Il sindaco di Lucca Mario Pardini, affiancato dalla giunta al gran completo, ha convocato oggi pomeriggio, d’urgenza, una conferenza stampa nella sala degli specchi di Palazzo Orsetti. Il motivo? L’articolo che è uscito questa mattina sulla Gazzetta di Lucca dove sono stati indicati indirizzo e posizione della propria abitazione di residenza e non solo.

“È una cosa gravissima e penalmente rilevante che adesso tutti sappiano dove abito assieme alla mia famiglia – ha esordito il sindaco – oltre al fatto che nell’articolo è stato scritto che la piscina sarebbe abusiva. Questa accusa nasce sicuramente dal fatto che questa giunta è stata intransigente su una situazione di abusivismo (che ormai tutti conoscono) e che invece dovrebbe essere la prima a non parlare dal momento che il sindaco avrebbe un abuso edilizio nella sua proprietà. Ebbene, voglio chiarire subito tutto: la casa dove vivo è di mio padre, nel 1984 è iniziato un iter di concessione edilizia in sanatoria che è terminato nell’anno 2003. La casa è quindi regolare. Sicuramente la “talpa” che ha rivelato questa notizia è poco informata e non si può buttare un’ombra sul sindaco facendo credere che viva in una casa dove c’è qualcosa che non è conforme alla legge”.

Per il sindaco, insomma, non saremmo di fronte al diritto di cronaca, ad un dibattito politico o a giornalismo d’inchiesta, ma  oltre. “Non ho voluto rispondere con un semplice comunicato – ha spiegato Pardini – perché ho ritenuto importante essere qua di persona, con a disposizione documenti di un iter iniziato oramai 40 anni fa, per non far partire tutto il tran tran politico che sicuramente ne sarebbe scaturito a fronte di una breve nota di smentita”.

La gravità - secondo il sindaco - non consisterebbe tanto nell'aver insinuato eventuali abusi presenti nella sua proprietà quanto nell'aver indicato l’indirizzo e pubblicato la foto dell’ubicazione della propria abitazione. "Smentisco categoricamente quanto riportato e penso che questo abbia superato il livello di gravità della normale dialettica giornalistica che c’è stata fino ad oggi, forse già oltrepassato in occasione dello sgombero dei campi di San Cassiano, ma ora siamo andati oltre” ha concluso Pardini. 

Alla fine il sindaco di Lucca ha ringraziato la giunta per la compattezza e la solidarietà dimostrata nei suoi confronti in questo frangente.

Foto di Ciprian Gheorghita

Pin It
  • Galleria:
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Sono tre ragazzi lucchesi che hanno dato vita a un progetto originale e interessante: la riproposizione di sonorità…

Spazio disponibilie

Convocare consigli comunali straordinari e aperti per commemorare la figura di Alexey Navalny, “il più coraggioso ed eroico avversario…

Il Comune di Lucca ha posizionato in piazza San Salvatore, dove prima stazionavano i mezzi della Misericordia, nuove panchine e…

Spazio disponibilie

Vittorio Fantozzi, consigliere regionale di Fratelli d'Italia, dice la sua a proposito dell'incattivirsi dell'armosfera politica a Lucca e…

Sabato 24 febbraio dalle ore 19 presso le sale parrocchiali della chiesa di Monte San Quirico si svolgerà…

Da martedì 20 febbraio alle ore 21, sul canale youtube della Diocesi di Lucca, iniziano gli appuntamenti dei martedì…

Spazio disponibilie

A causa di una temporanea occupazione di suolo pubblico legato al cantiere in corso per la riqualificazione di piazza del…

Quattro grandi personaggi sportivi stasera a Capannori alla nuova presentazione del libro scritto da Paolo Bottari sull’ex calciatore…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Duetto - 160
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie