Anno XI 
Lunedì 5 Dicembre 2022
- GIORNALE NON VACCINATO

Scritto da massimiliano massimi
Politica
30 Settembre 2022

Visite: 1294

Il consiglio comunale aveva cinque punti all’ordine del giorno ed è cominciato alle 21.08, con l’emiciclo quasi pieno quando, improvvisamente, seppure avessero già firmato i fogli di presenza, i consiglieri dei gruppi di minoranza, ad un cenno del consigliere del Pd Gianni Giannini, si sono precipitati all’esterno andando nella sala attigua e lasciando perplessi tutti gli altri.

Il presidente Enrico Torrini ha ordinato al segretario comunale di procedere all’appello nominale e, subito, si è svelato l’arcano: i furbi consiglieri della minoranza si erano avveduti che senza di loro sarebbe venuto meno il numero legale. Infatti, il segretario ha terminato l’appello nominale e sono risultati assenti i consiglieri Andrea Barsanti, Daniele Bianucci, Elvio Cecchini, Silvia Del Greco, Lido Fava, Gianni Giannini, Cecilia Lorenzoni, Chiara Martini, Mara Nicodemo, Gabriele Olivati, Giovanni Ricci, Francesco Raspini, Valentina Simi, Ferruccio Pera, Ilaria Vietin.

Quindi, alle 21.10, il presidente Torrini, con una mossa scaltra e da personaggio politico avvezzo ad evitare questi tentativi maldestri, ha disposto la sospensione del consiglio in attesa dell’arrivo dei consiglieri della maggioranza. Dopo circa cinque minuti alcuni consiglieri della maggioranza che non erano arrivati nell’orario previsto per la seconda convocazione, sono apparsi prendendoposto nei banchi a loro assegnati seguiti, a quel punto, dalla minoranza.

Nuovo appello e questa volta risultano assenti solo quattro consiglieri: Giovanni Ricci, Giacomo Tosi, Andrea Barsanti e Cecilia Lorenzoni. Il presidente ha dichiarato aperto il consiglio comunale e Gianni Giannini del Pd ha chiesto e ottenuto la parola richiamandosi all’articolo 35 del Regolamento Comunale dicendo a chiare lettere che il consiglio comunale doveva essere rimandato perché mancava il numero legale al momento del primo appello nominale.

Torrini con voce ferma ha respinto l'affermazione e ha invitato a proseguire. E' stata, quindi, la volta del capogruppo di Sinistra Con Daniele Bianucci il quale ha presentato una mozione d’ordine richiedendo il parere del segretario comunale. Quest’ultimo ha risposto dicendo che, a suo parere, il consiglio comunale doveva proseguire e che la seduta era valida. Bianucci non è sembrato molto convinto e ha insistito chiedendo se era stata verificata la presenza di almeno 14 consiglieri e richiamando il presidente del consiglio comunale al suo ruolo di super partes, dichiarando insieme ai consiglieri del Pd Gianni Giannini e Francesco Raspini che le minoranze non garantiranno la presenza del numero legale per favorire la maggioranza come spesso gli era stato rinfacciato a parti inverse nella precedente amministrazione.

E' intervenuto, allora, il consigliere di Forza Italia UDC Alessandro Di Vito spiegando che la maggioranza non intende accettare lezioni dalla minoranza e visto che si era citato l’articolo 35 del regolamento comunale questo recita che per rimandare il consiglio è necessario che il presidente pronunci che la seduta è andata deserta cosa assolutamente non avvenuta perché Torrini aveva sospeso il consiglio.

Il presidente Torrini, confortato anche dal segretario comunale, ha aggiunto che ogni questione in proposito era chiusa e quindi che si proseguisse con l’ordine del giorno. Così dicendo ha anche annunciato una comunicazione del sindaco. Mario Pardini ha preso la parola domandando al consigliere Elvio Cecchini, delegato all’attuazione del piano operativo, di illustrare in sua vece a che punto si trovava il compito a lui assegnato.

Cecchini, senza molti giri di parole,riferendosi alla giunta Tambellini, ha detto esplicitamente che l’attuazione del piano operativo era in alto mare perché ci sono ben 946 osservazioni ed anche se il problema è molto sentito perché c’è la necessità di far ripartire l’edilizia, ci sono molti restauri e miglioramenti sismici/energetici chenon possono essere eseguiti perché ci vuole la doppia conformità quindi il piano è poco operativo.

Quest’ultima affermazione ha suscitato la reazione prima del capo gruppo Pd Francesco Raspini che ha richiesto una mozione d’ordine rilevando come sia inusuale che Cecchini parli al posto del sindaco visto che il regolamento non lo prevede e così dicendo ne ha richiesto il rispetto assoluto: solo il sindaco può fare le comunicazioni e nessun altro in sua vece.

Mario Pardini ha replicato di aver utilizzato il consigliere Cecchini perché, avendo la delega all’attuazione del piano operativo, è il soggetto più qualificato ad esporre le problematiche inerenti lo stesso. Raspini non ha mollato l'osso rispondendo che, a norma di regolamento, ciò non è permesso e in proposito è intervenuta anche la sua compagna di partito, candidata non eletta del Pd alle recenti elezioni politiche nonché ex assessore all’urbanistica nella precedente giunta Tambellini, Serena Mammini. Quest'ultima, evidentemente, si è sentita punta sul vivo poiché il piano operativo di cui si discute è il frutto del suo lavoro precedente. La Mammini ha richiamato il consigliere Cecchini con la seguente testuale frase: "Usi bene le parole, perché il piano operativo è operativo, ed è un grande piano operativo!". Cecchini ha raddoppiato ribadendo che si tratta, a suo avviso, di un piano poco operativo.

Terminate le questioni regolamentari e cavillose che non hanno avuto alcun esito positivo per le minoranze, abilmente surclassate dal presidente Enrico Torrini avvezzo a ben più complessi trabocchetti procedurali, si è passati al primo punto all’ordine del giorno ossia le raccomandazioni.

E' partita per prima il consigliere di FdI Mara Nicodemo che ha chiesto la solidarietà dell’istituzione comunale alla giovane iraniana uccisa perché rea di non aver indossato bene il velo e a tutti i manifestanti in suo favore che in Iran vengono maltrattati. La Nicodemo ha proposto di osservare un minuto di silenzio per ricordare la povera ragazza uccisa e tutti si sono alzati.

Terminato l’atto di ossequio alla giovane uccisa ha preso la parola il capo gruppo di Sinistra Con Daniele Bianucci che ha ringraziato la Nicodemo per il pensiero e il gesto eseguito dall’intero consiglio comunale, quindi ha domandato che l’amministrazione illumini il chiostro della cattedrale nonostante i costi perché punto di riferimento della città. Ha, poi, detto che ci sono problemi di rumorosità e disturbo per i lavori in via San Nicolao che iniziano troppo presto la mattina e infastidiscono i residenti. Ha chiesto al sindaco quando vorrà presentarsi in commissione come aveva promesso per parlare dei lavori della piscina e della palestra oggetto del precedente consiglio comunale.

Il capo gruppo di Lucca è un grande noi Ilaria Vietina ha dichiarato che è stata una bella cosa intitolare un istituto comprensivo a Luca Paoli, personalità spirituale e culturale della città e che sarebbe opportuno intitolare altri istituti a altrettante personalità lucchesi .

Il capogruppo di Lucca è un grande noi Valentina Simi, invece, ha richiamato il fatto che l’abbattimento di un albero pericolante presente in un'area giochi cittadina ha rovinato e danneggiato sia gli arredi sia i giochi presenti che devono essere pertanto sostituiti e, nell’occasione, implementati.

Il consigliere del Pd Gianni Giannini ha sollecitato l’amministrazione alla manutenzione di una palina che va riposizionata in prossimità della scuola di Santa Maria del Giudice e che il percorso pedonale presente in via Savonarola sia eseguito in rilievo.

Il consigliere del Pd Enzo Alfarano ha chiesto, a sua volta, maggiori controlli per la velocità in Via della Scogliera e la eventualità di installare dossi e rilevatori per la velocità.

Il sindaco Mario Pardini ha voluto rassicurare, in risposta alla richiesta del Bianucci, che entro la settimana prossima andrà in commissione per discutere della vicenda della piscina e della palestra di pugilato.

Il secondo punto inerente le risposte orali alle interrogazioni non è stato discusso.

Il terzo punto che prevedeva l’approvazione del regolamento avente per oggetto la disciplina ed il funzionamento della commissione multi professionale istituita ai sensi dell’articolo 50 comma 9 del regolamento regionale nr.41/R2013 come modificato dall’articolo 13 DPGR 8 luglio 2020 nr.55/R ha trovato l’unanime consenso del consiglio comunale che lo ha votato con 29 voti favorevoli su 29 consiglieri presenti dopo aver ascoltato la presentazione dello stesso da parte dell’assessore Simona Testaferrata e le parole di elogio sia della maggioranza per bocca del consigliere di FdI Laura Da Prato sia della minoranza da parte del consigliere del gruppo Lucca è un grande noi Ilaria Vietina che hanno testimoniato il parere favorevole unanime già in commissione.

Il punto quattro concerneva l’approvazione del bilancio consuntivo 2021 dell’azienda speciale Teatro del Giglio ed è stato illustrato dall’assessore alla cultura Mia Pisano che ha evidenziato un attivo di oltre 170 mila euro e che, per quanto riguarda il 2022, visto che ci saranno le manifestazioni per le celebrazioni pucciniane, auspica un altrettanto positivo risultato.

Il consigliere Elvio Cecchini ha rappresentato l’esito favorevole all’unanimità della competente commissione mentre il consigliere del Pd Chiara Martini ha voluto sottolineare che il merito di questo risultato è certamente della precedente amministrazione e ha rivendicato la buona gestione fatta dalla stessa. Alla votazione hanno partecipato 28 consiglieri che hanno dato voto favorevole mentre il consigliere Bianucci pur essendo presente in aula non ha votato.

Il quinto ed ultimo punto all’ordine del giorno era l’approvazione del bilancio consolidato dell’anno 2021 del comune di Lucca ed è stato illustrato dall’assessore al bilancio Moreno Bruni che ha voluto evidenziare come sia stato positivo nel risultato finale, ma che ci sono alcune criticità rispetto ai consigli di amministrazione di alcune partecipate del gruppo che, comunque, conta di risolvere nel breve periodo.

Il consigliere Elvio Cecchini ha dichiarato che la commissione ha votato favorevolmente. Il consigliere Daniele Bianucci, come i consiglieri Valentina Simi, Chiara Martini e Ilaria Vietina hanno voluto elogiare l’operato della precedente giunta Tambellini ed ancora una volta hanno rivendicato il merito a quella maggioranza di governo per i risultati ottenuti, ma lo hanno fatto con toni di supponenza e da primi della classe che sono stati subito stigmatizzati dai consiglieri dell’attuale maggioranza Mara Nicodemo, Alessandro Di Vito e Elvio Cecchini che hanno provocato il risentimento del capo gruppo del Pd Francesco Raspini a cui però hanno risposto a tono sia Di Vito sia Laura Da Prato.

In sintesi è apparso chiaro a chiunque che da parte dell’attuale minoranza vi è una grande disponibilità a votare i provvedimenti che sono frutto della loro precedente gestione e lo fanno anche per rimarcare in ogni occasione la loro bravura e capacità amministrativa, ma è il loro modus operandi che in questo caso lascia a desiderare. Sin dal primo consiglio comunale è apparso evidente che la sconfitta sia stata mal digerita, celata sotto sorrisi e convenevoli di circostanza, ma, di fatto,con un costante atteggiamento di finzione senza mai perdere l'occasione per sottolineare che la loro linea politico/amministrativa è stata di gran lunga migliore. Peccato, però, che il popolo sovrano non l’ha gratificata. Il vero volto di questa minoranza si mostrerà sicuramente quando inizieranno ad entrare in aula consiliare i primi atti di governo di questa nuova giunta di centrodestra. Allora potremo valutare realmente lo spessore della dichiarata collaborazione delle minoranze e scopriremo la verità su un atteggiamento che seppure piacevole non ci convince.

Pin It
  • Galleria:
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

SOS Geografia e A.I.I.G Liguria e Toscana informano tutte le scuole secondarie (di primo e secondo grado) che si sono…

Bruno Zappia consigliere comunale gruppo misto a Capannori: Ed ecco l'ennesimo grave incidente, sulla via Pesciatina,a Lunata. Due donne sono state…

Spazio disponibilie

Martedì 6 dicembre alle ore 15.30, presso il Centro Chiavi d’Oro, terzo incontro con la dottoressa Francesca…

Una estesa circolazione depressionaria continua a interessare la Toscana. Dalla sera di oggi, e nel corso della giornata di domani,…

Spazio disponibilie

I rappresentati di classe della scuola primaria Pascoli uniti al corpo docenti e alla preside Dora Pulina, ringraziano la società…

Domenica 4 dicembre, dalle ore 16, al Teatro dei Rassicurati di Montecarlo si terrà la quinta giornata della 12^ edizione…

Grande partecipazione alla 17^ “Giornata di Vestibologia pratica”, che si è svolta nei giorni scorsi (il 26 novembre) nel complesso…

Sono passati ben quindici giorni da quando abbiamo denunciato, con documenti ufficiali, che il comune di Altopascio ha bloccato…

Spazio disponibilie

Doppio appuntamento sabato 10 dicembre per la presentazione del libro “Il fenomeno del bullismo secondo ACBS” voluto fortemente dall’associazione ACBS…

"Innanzitutto - affermano il consigliere regionale leghista Massimiliano Baldini ed i componenti del Gruppo Consiliare della Lega di Capannori, Domenico…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Duetto - 160
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie